MENU

HOMEPAGE Azienda
Chi Siamo Mission Perché sceglierci? Codice etico Contatti Referenze Carriera e Lavoro
Servizi
I Nostri Pacchetti Pack Valore Libero Pack Valore Certo Pack Valore Certo FLEX Pack Vendo Sicuro Pack Costruttore Pack Valore Globale Pack Asta
Immobili Blog
close
Rispondi a 4 semplici domande rimarrai stupito delle proposte che troverai…
Ti piace vivere all’aperto?

Mutui prima casa : Ecco cosa esclude i giovani dall'agevolazione

09 luglio 2021
Stampa
Molti giovani non possono accedere alle agevolazioni del 'decreto sostegni' per l'acquisto della prima casa perchè risultano ancora nel nucleo familiare con i genitori

Grazie al decreto sostegni che è stato introdotto da Mario Draghi, il governo introduce una serie di agevolazioni indirizzate ai giovani che vogliono acquistare la loro 'prima casa'.

In particolare le agevolazioni facilitano l'accesso al credito grazie ad un mutuo a tutti i giovani di età inferiore a 36 anni che stanno comprando una prima casa.

Tuttavia molti giovani pur avendo il requisito anagrafico non possono accedere alle agevolazioni previste dal decreto Sostegni bis perchè non hanno i requisiti reddituali necessari. Il decreto prevede che chi richiede il mutuio  abbia un ISEE non superiore a 40.000 €.

Sebbene accada raramente su giovani che vivono da soli, invece può accadere facilmente proprio a quei giovani che vivono ancora con i genitori; l'Isee, infatti, viene calcolato tenendo conto dell'intero nucleo familiare e non della situazione economica del diretto inretessato.

Per questi giovani dunque, per poter accedere alle agevolazioni, per ottenere la propria indipendenza dovrebbero avere già una indipendenza abitativa e familiare.

Questa misura dunque risulta escludere una buona fetta di giovani per i quali sembrava fosse introdotta. Ad averne diritto però sono alòtre tipologie di persone principalmente:

- coppie coniugate nelle quali almeno uno dei due richiedenti abbia un'età inferiore ai 36 anni.

- famiglie monogenitoriali in cui sono presenti uno o più figli minori.

Chiaramente significa che tutti quei giovani con meno di 36 anni che vivono ancora con i genitori, per accedere alle agevolazioni previste per il mutuo Prima Casa, dovranno prima spostare la residenza, ad esempio prendendo una casa in affitto almeno per un periodo di tempo, ed una volta fuori dal nucleo familiare soddisferanno il requisito Isee e potranno accedere alle agevolazioni.

 

Massimo Vismara

 

 

Categoria:
Norme e certificazioni
Taggato con:
Compravendita immobili
Sottoscrizione contratti
Valutazioni Immobiliari
  • Scritto da
    Massimo Vismara2

    Dopo molti anni passati come calciatore professionista e girovagando in varie società sportive, nel 2003 ho intrapreso l'attività come agente immobiliare presso uno dei gruppi immobil...

Lascia un commento